"Il Piccolo Principe" Laboratorio di scrittura creativa

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

"Il Piccolo Principe" Laboratorio di scrittura creativa

Messaggio  Pina Montesarchio il Mar Gen 26, 2010 1:51 pm

Il Piccolo Principe di Antoine Marie Roger de Saint-Exupéry

Cap. I

Un tempo lontano, quando avevo sei anni, in un libro sulle foreste primordiali, intitolato “Storie vissute della natura”, vidi un magnifico disegno. Rappresentava un serpente boa nell’atto di inghiottire un animale. Eccovi la copia del disegno.



C’era scritto: “I boa ingoiano la loro preda tutta intera, senza masticarla.
Dopo di che non riescono piu’ a muoversi e dormono durante i sei mesi che la digestione richiede”.
Meditai a lungo sulle avventure della jungla.
E a mia volta riuscii a tracciare il mio primo disegno.
Il mio disegno numero uno. Era cosi’:


Mostrai il mio capolavoro alle persone grandi, domandando se il disegno li spaventava.
Ma mi risposero: “ Spaventare? Perche’ mai, uno dovrebbe essere spaventato da un cappello?” .
Il mio disegno non era il disegno di un cappello. Era il disegno di un boa che digeriva un elefante.

Piano di discussione
L'insegnante ed i bambini della classe leggono a turno il testo ad alta voce. L'insegnante quindi invita i bambini a dire cosa abbiano trovato di piacevole ed interessante nell'episodio. I commenti sono scritti sulla lavagna dall'insegnante, seguiti ciascuno dal nome del bambino che l'ha formulato. I bambini sono contenti e fieri di vedere il loro contributo ed il loro nome sulla lavagna, così che tutti possano vederli.

Accade che gli altri vedono in ciò che realizzo, in ciò che dico, in un mio gesto, qualcosa di totalmente diverso da ciò che era nelle mie intenzioni. Vi è mai capitato? Fraitendimento, essere frantesi. Sono stato frainteso quella volta quando....
Ascoltare a riguardo tutti i bambini.
Registrare su carta le loro risposte.
Far rappresentare con disegno in che modo un bambino può non essere compreso, in ciò che dice, scrive, fa.
Ascoltare i bambini su cosa si prova quando non si è compresi:
dispiacere o gioia?
Possiamo aiutare gli altri a comprenderci meglio? Come fare?
Invitare i bambini a formulare delle ipotesi, a dare delle soluzioni.

Ricostruire il primo capitolo del Il piccolo principe utilizzando i contributi dei bambini.
Dire come si sentì il piccolo principe nel non essere compreso. Illustrare il suo stato emotivo.
Dire cosa pensò di fare il piccolo principe per evitare di non essere compreso.

Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven

Scriviamo per dire il non detto, e per conoscerlo

L'insegnante ripete con i bambini l'episodio del primo capitolo del Il Piccolo Principe. L'insegnante sollecita i bambini a riflettere sul valore della scrittura.

  • Se c'è un dipinto, deve esserci anche il pittore di quel dipinto?
  • Se c'è un libro, deve esserci anche lo scrittore di quel libro?
  • Perché, secondo te, una persona può decidere di scrivere un libro?
  • Ti è mai capitato di scrivere con il desiderio di far leggere i tuoi pensieri agli altri? Fai un esempio
  • C’è differenza, secondo te, tra scrivere e raccontare a voce una storia?


Ultima modifica di Pina Montesarchio il Lun Feb 01, 2010 11:23 pm, modificato 4 volte

Pina Montesarchio

Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 27.01.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Gli alunni della IV/E Scuola Mazzini

Messaggio  Angela Napolitano il Lun Feb 01, 2010 10:29 pm

Accade che gli altri vedono in ciò che realizzo, in ciò che dico, in un mio gesto, qualcosa di totalmente diverso da ciò che era nelle mie intenzioni. Vi è mai capitato?

Antimo – ho spiegato una cosa a mamma e papà e non mi hanno capito, l’ho rispiegato con altre parole e neanche mi hanno capito.

Selina – quando litigo con mia sorella mamma e papà non capiscono niente; secondo me non capiscono.

Francesco – stavo guardando un film, mia sorella voleva vedere un altro film a puntate. Ho spiegato a mia madre che il mio film non l’avrei potuto vedere più, mentre mia sorella avrebbe soltanto saltato la visione di una puntata. Nonostante le mie spiegazioni mia madre l’ha data per vinta a lei.

Micol – quando non faccio giocare mio cugino alla nintendo win, perché lui è più piccolo, mamma non capisce.

Raffaele – quando mia cugina mi dà uno schiaffo e io lo restituisco, mia madre arriva solo quando io lo do a lei e mi punisce. Io spiego e dico che lo sto solo restituendo, ma lei non capisce sembra che lo faccia apposta; ho pensato: si nasconde dietro la porta!

Selina – quando mio fratello mi tira i capelli, io li tiro anche a lui. L’ho spiegato a mamma e lei ha detto: Lui è piccolino, ha un anno e mezzo; tu devi capire!”. Intanto io studiavo l’acqua e lui è andato nel frigo e mi ha portato una bottiglia d’acqua.

Annamaria – quando litigo con mia sorella dico a mamma che litigo perché lei non mi fa capire niente, di continuo mi chiede cose diverse. Mamma non capisce niente.

Raffaele – quando Francesco è venuto a casa mia mio fratello stava dormendo, dopo poco si è svegliato e mi ha chiamato e io non l’ho risposto, mi ha chiamato di nuovo e io non l’ho risposto; lui è venuto vicino, mi ha picchiato forte e mamma lo ha picchiato. Dopo poco lui ha detto che era tutta colpa mia.

Maestra – conclusione: quando ci sono dei fratelli piccoli o grandi in famiglia mamma e papà non sempre capiscono. C’ è ancora qualche altro tipo di situazione in cui non venite capiti?

Andrea – mamma a volte fa finta di non capirmi, per esempio io dico:” Mamma mi fai il polpettone?” E lei risponde:” Ma quale polpettone?” Fa finta di non capire e non lo fa.

Tutti – concordano che i grandi spesso fanno così.

Micol – io chiedo a papà: Più tardi mi accompagni al corso di canto? lui mi risponde :”Si”, ma arrivata l’ora mi dice: “ Ma quale corso di canto?”, io replico:”Papà hai fatto finta di ascoltarmi?” Lui si alza e mi accompagna.

Antimo – mio padre alla richiesta di comprarmi XBOX 360 mi ha detto di si. Dopo qualche giorno mi ha detto: “Ma quando mai? “, infine ho insistito tanto e lui mi ha comprato quel gioco e altre cose che gli ho chiesto al momento.

Francesco – babbo mi compri la XBOX 360? Di fronte a questa domanda mio padre ha detto di si poi non me l’ha comprata.

Maestra – possiamo considerare una mancata promessa come un tradimento?

Tutti – Siii.

Luigi – Io dovevo andare al decoupage e papà prima ha detto che mi avrebbe accompagnato, poi si è addormentato e non si voleva svegliare più.

Selina – ho detto a Maria: “ ti voglio bene” e lei ha capito: “ti amo”. Si dice alla mamma...

Tutti – al fidanzato o al marito.

Maestra – è stato bello stare qui a discutere?

Tutti – si, siamo stati molto contenti.

Angela Napolitano

Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 24.01.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum